Choose another country to see content specific to your location

//Select Country

L’importanza delle api: dalla produzione del miele alla protezione della biodiversità

Come i laboratori pH di TÜV Italia aiutano a tutelare questo bene

Il ruolo di questi piccoli, ma operosi insetti, non si limita alla già importante produzione di miele e di prodotti da esso derivati, ma funge anche da fondamentale indicatore per la salute dell’ambiente. I Laboratori pH di TÜV Italia, eseguono diverse tipologie di test su prodotti di miele o a base di miele.


Il mercato dell’apicoltura è globalmente in crescita: l’UE è il secondo produttore mondiale e l’Italia ha prodotto nel 2020, secondo il report diffuso da Banca Dati Apistica Nazionale circa 18,5 tonnellate di miele. I Laboratori pH di TÜV Italia, per garantire diversi standard di sicurezza e qualità, eseguono diverse tipologie di test su prodotti di miele o a base di miele, cere d’api, derivati e trasformati da apicolture, anche sulla base di esigenze specifiche concordate con i clienti.

 

I dati del miele italiano ed europeo

 

Dai dati provvisori della BDN aggiornati al 31 dicembre 2020, da confermare con la conclusione del censimento ufficiale, emerge che sono 68.684 gli apicoltori in Italia di cui 47.957 produce per autoconsumo (69,8%) e 20.727 sono apicoltori con partita IVA che producono per il mercato (30,2%). L’apicoltura vive un momento di forte attenzione mediatica, sia per l’importanza del ruolo dell’ape nell’ecosistema sia per le crescenti minacce alla sua sopravvivenza. Ogni anno sempre più persone si avvicinano all’apicoltura amatoriale attirate dal fascino delle api e da un’attività a contatto con la natura, che per molti resta soltanto un hobby ma che per altri può diventare una professione.

Nel 2020, secondo i dati sui consumi di fonte ISMEA - comprensivi sia delle vendite a scontrino registrate presso la GDO, sia le vendite del dettaglio nazionale, riferite agli acquisti domestici - risultano commercializzati sul mercato nazionale circa 16.248 tonnellate di miele per un valore che sfiora i 159 milioni di euro, con una dinamica su base annua particolarmente positiva, sia in volume (+14,6%), sia in valore (+16,3%), in netta controtendenza con l’andamento registrato nel 2019 (quantità, -3%; valore, -3%). La Grande Distribuzione Organizzata (GDO) rappresenta il principale canale di commercializzazione di miele in Italia, con i Super che svolgono un ruolo primario coprendo il 43% del totale vendite in valore, seguiti dagli Iper con il 25% e dai Discount con il 19%.

La produzione mondiale del miele, fotografata dalla FAO, come detto vede l’Unione Europea come secondo produttore mondiale dopo la Cina, in costante aumento dal 2016, sia per quantità sia per la share mondiale, passando da 230 mila tonnellate del 2016 alle 543 mila del 2018 e dal 11% al 14% della percentuale.

GUARDA L'INFOGRAFICA

 

In generale, le api, svolgono un ruolo fondamentale, in quanto esse rappresentano chiari indicatori di ecosistemi agricoli sani. Tra la classe degli impollinatori le api rappresentano la specie più importante ed efficiente e senza di loro sarebbe a rischio il 70% delle varietà agricole che finiscono sulle nostre tavole ogni giorno.

Nonostante la loro evidente importanza, le api sono esposte a sempre più pericoli, che potrebbero addirittura condurle all’estinzione.

Tra le principali cause, vi sono:

  • le modifiche di destinazione del suolo
  • l’impiego di pesticidi
  • i sistemi agricoli monocolturali
  • i cambiamenti climatici, che possono interferire con le stagioni di fioritura.

news-apicultura

COME SALVAGUARDARE LE API?

La FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) incoraggia l'adozione di metodi di produzione agricola a favore degli ecosistemi - come la Gestione Integrata dei Parassiti - che tende a minimizzare l'uso di prodotti chimici per aumentare la produzione in modo sostenibile.

TÜV Italia e il Gruppo TÜV SÜD sono partner di tutti gli operatori della filiera agroalimentare, grazie all’attività del network internazionale dei loro laboratori, in Italia rappresentato da pH. I laboratori pH, ubicati nel cuore della Toscana vicino a Firenze svolgono attività di testing in due laboratori distinti: uno per il settore food/food contact e l’altro per il settore ambiente. Nel settore specifico del miele e dei prodotti derivati da apicoltura, i Laboratori pH eseguono test sugli animali, sui prodotti finiti e anche sull’ambiente.

Nel dettaglio vengono eseguite analisi su prodotti di miele o a base di miele, cere d’api, derivati e trasformati da apicolture, quali:

  • Farmaci Veterinari
  • Contaminanti Ambientali
  • Pesticidi
  • Analisi Microbiologiche
  • Analisi Chimico-fisiche
  • Analisi organolettiche
  • Analisi Melissopalinologiche
  • Analisi Nutrizionale

Vuoi approfondire?

Servizi food e food contact dei Laboratori pH

Come possiamo aiutarti?

Select Your Location

Global

Americas

Asia

Europe

Middle East and Africa